DN Journal | Digital Strategy

TikTok: i segreti per non far floppare i tuoi contenuti

Redazione DN

06 maggio 2022
Condividi
Tiktok marketing digitale

Ti è mai capitato di perderti tra i video di TikTok, finendo per passarci le ore? Beh, sappi che succede a molti, ed è tutto merito del potentissimo algoritmo di questo social.

Ma prima di entrare nel dettaglio, partiamo dal principio con una breve presentazione.

TikTok è un social network basato sulla creazione e fruizione di brevi video, della durata massima di 10 minuti, arricchiti da effetti, suoni e filtri speciali. I video possono riguardare temi e argomenti diversi, lasciando all’utente la possibilità di esprimersi nella forma che preferisce.

Nato nel 2016 dalla fusione con l’app Musical.ly, solo nel 2018 prende il nome con cui oggi è conosciuto in tutto il mondo. In pochissimo tempo, è passato da essere un social di balletti e trend più o meno divertenti, a mostrare video e contenuti di valore offerti da utenti e creator.

Il vero boom di quest’app, che oggi è la più scaricata al mondo, arriva nel 2020, complice anche il lockdown dovuto alla pandemia da Covid-19, durante il quale i social media hanno giocato un ruolo fondamentale nel permettere alle persone non solo di restare connesse tra loro, ma anche di distrarsi (Comscore, 2020).

All’epoca, tuttavia, poco era stato rivelato sul suo algoritmo.

I numeri di TikTok

TikTok è riuscito a influenzare la vita delle persone in un periodo molto particolare - il primo lockdown da Covid-19 nel 2020 - e non solo: anche in seguito si è confermato come uno dei social network più amati, superando già nel 2021 il miliardo di utenti (TikTok, 2021).

Utenti

+1Mld

utenti iscritti nel 2021

Tempo medio

52 minuti

il tempo medio trascorso sull'app

Acquirenti

67%

utenti incoraggiati a fare acquisti

Nel What’s Next Report 2021 di TikTok, le categorie di interesse che hanno mostrato una crescita significativa sono le più disparate.

Dai settori del beauty e del fashion, passando per auto e transportation, fino ai settori del travel e food & beverage: questo nuovo social offre opportunità di crescita a qualunque tipologia di azienda.

Il 67% degli utenti ha inoltre riportato che TikTok li ha incoraggiati a fare acquisti anche quando non stavano cercando un prodotto in particolare. Il fenomeno del #TikTokMadeMeBuyIt è diventato un trend talmente virale da rendere sold out una vastissima gamma di prodotti mostrati dai creator: da quelli per la pulizia del viso, ai montalatte, fino ai leggings.

Il tempo trascorso sulla piattaforma, inoltre, aumenta sempre di più, infatti gli utenti passano sul social una media di 52 minuti al giorno (Businessofapps, 2019).

L’immenso potere di TikTok è quello di riuscire a immergere l’utente in una bolla di fruizione attraverso la costante riproduzione di contenuti ritenuti affini ai suoi interessi.

Ora ti starai sicuramente chiedendo: “Com’è possibile?” Semplice: grazie all’algoritmo. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Un algoritmo che sceglie #PerTe

L’algoritmo di TikTok mostra all’utente, nella pagina dei Per Te, video affini ai suoi interessi. I fattori da cui è guidato sono diversi:

  • Le interazioni dell’utente;
  • Le informazioni sui video con cui interagisce;
  • I click sugli hashtag;
  • La durata di visualizzazione dei contenuti;
  • L’utilizzo di determinati filtri.

In sostanza, TikTok mira a targettizzare singolarmente ogni utente sulla base di quello che gli è piaciuto.

L’utente viene inserito in una o più categorie di interesse e vedrà solo i contenuti per lui ingaggianti. Questo fenomeno di “filter bubble” permette anche ai creator di raggiungere velocemente un pubblico già filtrato dalla piattaforma e quindi più interessato ai loro video.

Per evitare che questo meccanismo possa portare alla noia, inoltre, TikTok cerca di non mostrare mai due video consecutivi con lo stesso suono, e a volte propone all’utente contenuti diversi per testare la sua reazione. Se questa è positiva, lo introduce in nuovi cluster.

La potenza di TikTok è bidirezionale: offre all’utente qualcosa di suo interesse, e contemporaneamente dà ad aziende e creator la possibilità di raggiungere un pubblico a loro affine.

Il vero potere di questo algoritmo, nonché l’obiettivo finale di TikTok, è di tenere gli utenti incollati allo schermo. Come? Prendendo in considerazione le 2 metriche più importanti:

  1. La tendenza dell’utente a rientrare sull’app;
  2. Il tempo speso sulla stessa.

Strategia organica: TikTok vs altri social

Strategia organica tiktok

L’algoritmo di TikTok, come abbiamo visto, dà minore importanza al numero di follower, spingendo i video che ottengono maggiore apprezzamento.

Creare un piano editoriale con contenuti di valore è quindi il punto di partenza perfetto per chiunque voglia creare una presenza sulla piattaforma e sperimentare la reazione degli utenti.

Aggiungere TikTok tra i canali social del nostro piano editoriale può essere infatti un enorme plus, soprattutto perché sono finiti i tempi in cui la piattaforma era dominata dalla Generazione Z.

Certo, ben il 41% degli utenti di TikTok ha meno di 24 anni, ma questo non deve scoraggiarti se stai pensando di buttarti anche tu sul social più virale del momento. Infatti, la percentuale di utenti di età superiore ai 25 anni è in costante aumento (TikTok Advanced, 2021).

Inoltre, dal 2020 la percentuale di utenti che utilizzano TikTok al di fuori della Cina è cresciuta del 32%, soprattutto grazie ad un’enorme crescita delle registrazioni da parte della Gen X e dei Baby Boomers (GWI Report 2022).

18-24 anni

41%

25-34 anni

16%

35-44 anni

8%

Si tratta sia di utenti attivi, che registrano e condividono video, che di utenti dormienti, cioè che si limitano a scrollare e fruire dei contenuti prodotti da altri. Per questo ti consigliamo di provare a creare una tua presenza su TikTok: i tuoi clienti ideali potrebbero nascondersi anche tra questi utenti dormienti.

Ma non è tutto: rispetto agli altri social più utilizzati, come Facebook ad esempio, la potenza organica di TikTok è di molto superiore, e non solo grazie al suo algoritmo.

Essendo un social relativamente recente, la competizione è ancora bassa e, di conseguenza, la copertura organica risulta in media più alta.

Naturalmente, che tu disponga o meno di un budget, ti consigliamo di rivolgerti a un’agenzia che sappia guidarti e aiutarti a tradurre i tuoi obiettivi di business, per esplorare al meglio le potenzialità di questo social.

TikTok è davvero il social del futuro?

In breve, la risposta è sì, e a testimoniarlo sono le evidenze. Vediamone qualcuna insieme.

Un primo esempio è la campagna del Giro d’Italia. L’obiettivo era di far conoscere questo evento internazionale e promuovere il territorio seguendo i ciclisti durante tutto il percorso.

Attraverso l’utilizzo di una strategia editoriale ben strutturata e facendo leva soprattutto sulle emozioni degli utenti, la campagna ha ottenuto risultati sorprendenti: ben 59 milioni di impression ed oltre 114.000 nuovi followers.

Tiktok campagna giro d italia

Altro esempio, invece, è un progetto ideato da Clementoni. In questo caso, la piattaforma è stata utilizzata in maniera strategicamente differente.

I creator sono messi al centro della strategia di lancio del nuovo gioco CE L’HO”, per cui hanno realizzato video coinvolgenti mostrando agli utenti le regole e le modalità per giocare.

La scelta di affidarsi a loro si è rivelata vincente: il gioco è andato sold-out prima della fine della campagna e il click-through-rate è aumentato complessivamente del +107.3%.

Tiktok campagna clementoni

Due approcci strategici differenti che hanno visto notevoli vantaggi d'investimento nella piattaforma.

Grazie a queste testimonianze possiamo dire che l’universo di TikTok è riuscito a coinvolgere utenti delle più svariate target audience.

Non c’è opportunità senza content

Addentrarsi su TikTok può sembrare spaventoso per un’azienda, ma costituisce una vera opportunità oltre che un vantaggio competitivo, proprio perché sono ancora pochi i business pronti ad investire, per scetticismo o scarsità di idee.

Non aprirsi ad una strategia multicanale, per concentrarsi sui social in cui la propria presenza è già consolidata, vuol dire privarsi di tutte le possibilità che questa nuova piattaforma mette a disposizione.

È sicuramente fondamentale però ricordare che se la scelta è quella di investire tempo e denaro su questo social, non è sufficiente la sola presenza per saltare all’occhio nel ritmo incalzante di TikTok, bensì sarà indispensabile offrire contenuti di valore divertenti e ingaggianti.

Per questo ti consigliamo di rivolgerti a un’agenzia in grado di guidarti e permetterti di sfruttare le varie potenzialità di questa piattaforma.

Cerchi una Digital Agency che ti aiuti a far crescere la tua azienda? Scopri i nostri servizi oppure contattaci per parlarci del tuo progetto

Pittogramma DN By Redazione DN

Condividi

Il nostro magazine

DN journal

Link building miti

Digital Strategy

Link Building: tra verità e miti

leggi
Condividi
Come sviluppare un progetto web vincente

Sviluppo Web

Come sviluppare un progetto web vincente in 11 step

leggi
Condividi
Strategie marketing automation

Digital Strategy

Marketing Automation: strategie per la crescita digitale B2B e B2C

leggi
Condividi
Strategia digitale step by step

Digital Strategy

Come strutturare una strategia digitale di successo

leggi
Condividi
Consulenza seo

Digital Strategy

Cosa aspettarsi da una consulenza SEO

leggi
Condividi
leggi tutte le news

Non perderti i nostri aggiornamenti!

Iscriviti alla newsletter per ricevere i migliori contenuti e le novità più importanti.

* Campi obbligatori

Per favore, ricontrolla i campi
Grazie per la tua iscrizione!
Contattaci Contattaci