DN Journal | SEO

Keyword Research: un metodo di lavoro vincente

Redazione DN

10 gennaio 2024
Condividi
Keyword research

Scopri come una keyword research efficace può trasformare la tua strategia SEO e connetterti con il tuo (reale) pubblico.

Potremmo iniziare questo articolo con il solito incipit che, per emergere nel mare magnum del web, servono strategie e tecniche di marketing più o meno note (e più o meno consone).

Oppure, possiamo più concretamente dirti che se sei qui è perché hai cercato informazioni su come effettuare una keyword research efficace e, neanche a dirlo, sei atterrato nel posto giusto.

Sì, perché le parole chiave sono ancora cruciali per la SEO, ma non è sufficiente inserirle in un testo sperando di raggiungere visibilità e risultati.

Tuttavia, se nessuno cerca i termini presenti nei tuoi contenuti, ottenere traffico da Google diventa un obiettivo irraggiungibile.

Ed è per questo motivo che la keyword research è al centro di ogni strategia SEO che funziona.

Ma cosa significa, esattamente, fare una keyword research efficace? Ma, soprattutto, come farla, realmente? Esiste un metodo di lavoro, possibile da replicare?

Le risposte le trovi qui. Buona lettura.

Perché la Keyword Research è una pratica SEO fondamentale

La ricerca delle parole chiave non è solo un'attività per posizionare meglio un sito sui motori di ricerca. È una finestra sulle esigenze e sui desideri del tuo pubblico target.

Attraverso una keyword research approfondita, infatti, puoi scoprire cosa cercano i tuoi potenziali clienti, quali sono i loro bisogni e come si esprimono online.

Tutto (o quasi) parte dalla ricerca e clusterizzazione delle parole chiave - dette anche query di ricerca.

Volendo stilare un elenco di attività facente parti di un piano d’azione più ampio, chiamato anche strategia SEO, la definizione delle keyword principali potrebbe benissimo occupare un dignitosissimo 4° posto.

Al primo, infatti, troveresti un report delle attuali performance SEO di un progetto da ottimizzare; al secondo, invece, un’analisi dettagliata delle strategie SEO messe in atto dai tuoi competitor. A chiudere il podio, obiettivi e KPI.

Capirai, a questo punto, che quel 4° posto, può facilmente diventare una medaglia di bronzo se dovessi partire da un foglio bianco e, quindi, senza nessun progetto SEO attuale da analizzare.

Dopo questa doverosa premessa, passiamo all’azione: abbiamo una keyword research da fare!

6 passaggi necessari per una keyword research avanzata

La keyword research non è un'attività statica e richiede adattabilità e innovazione per rimanere in linea con le mutevoli dinamiche del web e dei motori di ricerca (specialmente con i continui “capricci” di Google e l’avvento dell’IA).

Approcciandosi in modo flessibile, si possono utilizzare i dati raccolti per vari scopi:

  • Creazione di contenuti;

  • Organizzazione di un sito;

  • Sviluppo di un piano editoriale;

  • Ottimizzazione di contenuti esistenti;

  • Ricerca di nuove idee;

  • Identificazione di tendenze emergenti.

In definitiva, una keyword research ben eseguita porta a una pianificazione più efficiente dei contenuti, migliora il SEO copywriting, offre una visione sulle tendenze di marketing, aiuta a comprendere meglio il pubblico e favorisce l'acquisizione di nuovi clienti.

1. Definisci il tuo obiettivo

Prima di iniziare, è fondamentale avere un obiettivo chiaro.

Ad esempio, se sei un imprenditore nel settore dell'alimentazione biologica, il tuo obiettivo potrebbe essere quello di aumentare la consapevolezza sulle tue linee di prodotti biologici.

Oppure, se hai aperto da poco un e-commerce, iniziare a incrementare la tua brand awareness, presidiando query di ricerca strategiche per la tua categoria merceologica.

Guarda gli obiettivi SEO come traguardi specifici che una qualsivoglia attività mira a raggiungere, attraverso l'ottimizzazione per i motori di ricerca.

Quindi, si parla sia della crescita del traffico organico, sia del miglioramento dei tassi di conversione.

Ecco perché stabilire tutto con chiarezza fornisce una direzione e permette di misurare l'efficacia di una strategia SEO.

2. Analizza la concorrenza

Supponiamo che il tuo business si occupi di tecnologia wearable.

Analizzando un concorrente leader, potresti notare che utilizzano spesso parole chiave come "smartwatch ultima generazione" o "recensioni wearable tech".

Questo ti può fornire spunti su quali parole chiave targettizzare.

3. Prepara tantissimi post-it

L’analisi del mercato e dei competitor può darti le indicazioni per creare un primo gruppo di idee.

Ma è grazie a un poderoso brainstorming, ricco di post-it colorati, che riuscirai a trasformare quel gruppo in una meravigliosa mappa mentale su cui basare la tua intera ricerca delle parole chiave.

4. Utilizza gli strumenti giusti

Per una keyword research efficace, è essenziale affidarsi a strumenti affidabili e collaudati.

Strumenti come SEMrush, Ahrefs e il Keyword Planner di Google offrono un ampio ventaglio di opzioni e metriche per aiutarti a identificare le parole chiave più rilevanti per il tuo settore e obiettivi.

Ciascuno di questi strumenti possiede caratteristiche uniche che possono aiutarti a comprendere meglio il panorama delle keyword e a identificare opportunità che potresti, altrimenti, trascurare.

Ora, considerando che questo non è una raccolta di tutorial sui migliori strumenti di keyword research, abbiamo comunque pensato di dedicare 3 brevi approfondimenti su quelle suite all-in-one che utilizziamo (o abbiamo utilizzato in passato) quotidianamente nel nostro lavoro.

SEMrush

SEMrush è uno strumento versatile che fornisce dati dettagliati sulle parole chiave, come volume di ricerca, trend, e livello di difficoltà nel posizionamento.

È particolarmente utile per analizzare la strategia di parole chiave dei concorrenti e per scoprire nuove opportunità di keyword, attraverso il suo potente sistema di suggerimenti.

Ahrefs

Ahrefs è noto per la sua eccellente analisi dei backlink, ma offre anche potenti funzionalità per la ricerca di parole chiave.

Il suo database di parole chiave è vasto e fornisce informazioni utili come il volume di ricerca, la difficoltà di ranking e le keyword correlate.

Inoltre, la sua funzione di "Content Gap Analysis" permette di scoprire quali parole chiave stanno sfruttando i tuoi concorrenti e che potrebbero mancarti.

Google Keyword Planner

Il Keyword Planner di Google è uno strumento gratuito integrato in Google Ads, particolarmente utile per ottenere dati direttamente dalla fonte - Google stesso.

Offre informazioni sul volume di ricerca, la stagionalità delle parole chiave e suggerimenti per parole chiave correlate.

Questo strumento è ideale per chi sta iniziando con la SEO o per chi ha un budget limitato.

5. Scegli parole chiave a coda lunga

Le parole chiave a lunga coda (o long-tail keyword) sono più specifiche e meno competitive.

Ma sono anche molto più efficaci se si parla di attrarre un traffico qualificato e, quindi, posizionarsi su nicchie meno competitive.

Ad esempio, anziché targettizzare "scarpe", potresti concentrarti su "scarpe da trekking leggere per donne".

Questo attirerà, come scritto qualche riga più su, un pubblico più specifico e, potenzialmente, più interessato al tuo prodotto o servizio.

6. Monitora e adatta

La keyword research non è un'attività statica.

Supponiamo che sei riuscito a posizionarti bene per "guide di viaggio Europa", ma noti un calo di traffico.

Potrebbe essere il momento di rivedere la tua strategia, forse concentrandoti su "guide di viaggio economiche Europa" o "destinazioni insolite in Europa".

Bonus tip: analizza il contesto

I contesti in cui ci troviamo influenzano, profondamente, le nostre emozioni, azioni e aspirazioni, modulando così le nostre realtà personali e sociali.

L'analisi del contesto SEO nel mondo digitale include (almeno) 4 passaggi fondamentali:

  1. Identificare le parole chiave rilevanti;

  2. Analizzare la struttura delle SERP e delle sue funzioni;

  3. Comprendere gli intenti di ricerca espliciti;

  4. Interpretare gli intenti di ricerca impliciti.

Ora, per i primi 2 punti, non credo tu abbia alcun dubbio; se, invece, spostiamo il focus sugli ultimi 2, forse, qualcosa da chiarire c’è.

Generalmente, una query è formulata con un'intenzione esplicita e un'intenzione implicita. Sì, hai capito bene, le intenzioni coesistono. E se ci rifletti bene, in effetti, lo hai sempre saputo.

Eccoti un esempio:

Keywrod research

La query è “soluzione fisiologica neonato”.

La richiesta esplicita è: “mostrami soluzioni fisiologiche adatte ai neonati”. E, difatti, in primissimo piano troviamo Google Shopping.


Ma c’è anche una richiesta implicita, ovvero: “come posso usarla per un neonato”. Ed è per questa ragione che troviamo in SERP articoli informativi che spiegano come effettuare un lavaggio nasale ai neonati.

Capire le richieste esplicite dietro gli intenti di ricerca è relativamente semplice, ma discernere le richieste implicite richiede un'osservazione più acuta. Abilità che prendono sempre più forma con esperienza, osservazione e analisi.

Volendo riassumere tutto, possiamo tranquillamente asserire che:

Interpretare il contesto ci consente di decifrare gli intenti impliciti dietro le richieste di ricerca degli utenti.

Bonus tip #2: gli intenti di ricerca

Esistono diverse categorie di intenti di ricerca, tra cui quelli emotivi, contestuali e di aggiornamento.

Identificare l'intento implicito dietro una ricerca è cruciale per formulare una strategia SEO efficace e per soddisfare le necessità del proprio pubblico.

Ad esempio, dietro una ricerca su come rilassarsi e ridurre lo stress, potrebbe nascondersi anche il desiderio di trovare musica rilassante.

Comprendere gli intenti di ricerca è vitale per:

  • Ottimizzare i contenuti;

  • Migliorare l'esperienza utente (UX);

  • Impiegare in modo più efficace le long-tail keywords.

Conclusioni

La keyword research è molto più di un semplice esercizio SEO; è un passo cruciale per comprendere e intercettare le esigenze del tuo pubblico.

Con una ricerca di parole chiave ben eseguita, non solo migliorerai il tuo posizionamento nei motori di ricerca, ma potrai anche sviluppare contenuti che rispondono, direttamente, agli interessi e alle domande del tuo target.

Ricorda, è un processo dinamico e richiede un aggiornamento costante per rimanere allineato con le tendenze di mercato e le evoluzioni del comportamento degli utenti.

Non tutti hanno il tempo o le competenze per effettuare una ricerca di parole chiave approfondita e strategica. Ecco dove possiamo aiutarti.

I nostri esperti sono pronti a fornirti le competenze e gli strumenti necessari per individuare le parole chiave più efficaci per la tua attività e per aiutarti a costruire una strategia SEO vincente.

Non lasciare al caso il successo del tuo sito web. Prendi l'iniziativa oggi e fai il primo passo verso una visibilità online migliore con il nostro aiuto.

Contattaci per scoprire come possiamo trasformare i tuoi progetti digitali in opportunità di crescita.

Pittogramma DN By Redazione DN

Condividi

Non perderti i nostri aggiornamenti!

Iscriviti alla newsletter per ricevere i migliori contenuti e le novità più importanti.

* Campi obbligatori

Per favore, ricontrolla i campi
Grazie per la tua iscrizione!
Contattaci Contattaci